QUARESIMA tempo di…ASCOLTARE

 

a9ca838675fe8c812c2a4324d231f203.jpg “Questo è il TEMPO

TEMPO di ASCOLTARE il Signore,

TEMPO di ricercare la luce,

TEMPO di confermare la fede in lui.

ASCOLTIAMO  Benedetto XVI

“Ferma e costante condanna etica di ogni forma di eutanasia diretta, secondo il plurisecolare insegnamento della Chiesa”. Benedetto XVI ha voluto ribadire oggi “ancora una volta”, la posizione della Chiesa contro quelle che ha definito “spinte eutanasiche”, dettate da una “visione utilitaristica nei confronti della persona” e lo ha fatto nel discorso al Congresso promosso in Vaticano dalla Pontificia Accademia delle Vita sul tema “Accanto al malato inguaribile e al morente: orientamenti etici ed operativi”.In concreto, “si tratta – ha spiegato Benedetto XVI – di assicurare il sostegno necessario attraverso terapie e interventi medici adeguati, individuati e gestiti secondo i criteri della proporzionalità medica, sempre tenendo conto del dovere morale di somministrare (da parte del medico) e di accogliere (da parte del paziente) quei mezzi di preservazione della vita che, nella situazione concreta, risultino ‘ordinari'”. “Per quanto riguarda, invece, le terapie significativamente rischiose o che fossero prudentemente da giudicare ‘straordinarie’, il ricorso ad esse – ha affermato – sarà da considerare moralmente lecito ma facoltativo”.

“Tutta la società, mediante le sue istituzioni sanitarie e civili è chiamata a rispettare la vita e la dignità del malato grave e del morente”, ha sottolineato Benedetto XVI. Il pontefice ha anche lanciato un appello perché le normative statali, al pari di quando nasce un bambino, concedano congedi dal lavoro per i familiari più stretti di una persona in condizioni gravi o morente. “Una società solidale e umanitaria – ha detto – non può non tener conto delle difficili condizioni delle famiglie che, talora per lunghi periodi, devono portare il peso della gestione domiciliare di malati gravi non autosufficienti”.(25-02-2008)

QUARESIMA tempo di…ASCOLTAREultima modifica: 2008-02-24T21:20:00+01:00da caterinafsp
Reposta per primo quest’articolo