DONNA, dice …

Festa della donna 8 marzo 2008

 998959aeface19e4bcce9432e8cc89b6.jpg

 

 

 

 

 

 GESU’

 

 

alla MADDALENA :” Perchè piangi ?”

(Gv.20,1-18 )

all’ADULTERA : “Neanche io ti condanno“.

(Gv.8,1-11 )

alla PECCATRICE : “Và in pace “.

(Lc.7,36-50 )

alla SAMARITANADammi da bere “.

(Gv.4,4-42 )

a MARIA di BETANIA: ” Maria ha scelto la parte migliore “.

( Gv.11,1-44 )

a MARIA MADRE, sua: “Donna ecco tuo figlio“.

( Gv.19,27 )

 

ALBERIONE

alle Figlie DI S. Paolo

Dal Libro: La donna associata allo zelo sacerdotale

“Con il mistero dell’Incarnazione, Dio sollevò la donna a una dignità che ha del divino. In Maria troviamo la Grande Donna vaticinata nel paradiso terrestre come Corredentrice, la donna descritta dai profeti e sospirata dai Patriarchi. Davanti alla grandezza di Maria, l’uomo comprese nuovamente la dignità della sua compagna; la donna tornò a comprendere la sua natura e la sua missione; la Chiesa la volle a parte della sua vocazione evangelizzatrice. La forza della donna sta tutta nel suo cuore. Nell’uomo il cuore è metà del suo essere, nella donna è tutto. La donna non ragiona il proprio ideale ma lo intuisce e, fattolo suo, l’ama con tutto il suo essere, vi tende con tutte le sue forze, lo sostiene appassionatamente fino all’ultimo… L’uomo generalizza, la donna analizza e rende “vivente” tutto. Alla donna nulla sfugge, tutto prevede, tutto dispone, La donna non risparmia fatiche, veglie, privazioni, sangue, vita. Soffrendo, gode di soffrire; morendo, gode di consumassi per ottenere ciò che si era prefisso.

La donna ha compiuto un vero apostolato nella storia”.

Don Giacomo Alberione

 

 

 

 

MONDO
7/3/2008   17.53

 

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE DONNE, IL MESSAGGIO DI BAN KI-MOON

 

 

Giustizia e diritti umani, Brief

 

 

 

“Investire sulle donne non è solo la cosa giusta da fare, è la cosa intelligente. Sono convinto che, nelle donne, il mondo abbia a disposizione il potenziale più significativo e tuttavia più largamente inutilizzato per lo sviluppo e la pace”: lo ha affermato il segretario generale dell’Onu Ban Ki-Moon nel suo messaggio per la Giornata internazionale delle donne di cui quest’anno ricorre il centenario. “Quando le donne hanno accesso a finanze, credito, tecnologie e mercato, sono in grado di espandere i loro affari e di contribuire efficacemente alla crescita economica sostenibile e allo sviluppo” ha aggiunto Ban Ki-Moon, ricordando il successo del microcredito: il numero di donne indigenti che hanno ricevuto microprestiti è salito dai 10 milioni del 1999 ai 69 del 2005. Nonostante recenti accordi – dalla Piattaforma d’azione di Pechino all’Intesa di Monterrey – e sebbene molti paesi abbiano abolito le leggi che limitavano le donne, secondo il segretario dell’Onu “dobbiamo ancora fare molta strada da fare: le donne sono ancora gravemente ostacolate da discriminazioni, mancanza di risorse e opportunità economiche, limitato accesso ai processi decisionali e violenza di genere”. Invitando tutta la comunità internazionale ad “aumentare considerevolmente gli investimenti”, Ban Ki-moon ha infine concluso che “mobilitando le forze di cambiamento a livello globale e valorizzando i risultati a livello regionale, la causa per valorizzare le donne e realizzare l’uguaglianza di genere potrà fare progressi a livello mondiale”.
[CO]

 

 

 

Ringraziamo il Signore che ha valorizzato la nostra

               femminilità chiamandoci a continuare nel tempo la

                                    missione di Gesù:

“annunciare la “Buona Novella”

 


 

 

 

 

DONNA, dice …ultima modifica: 2008-03-08T12:25:00+01:00da caterinafsp
Reposta per primo quest’articolo