SO IN CHI HO MESSO LA MIA SPERANZA

In questa settimana, attraverso il messaggio del Papa, vogliamo prepararci a celebrare con sentimenti di gratitudine e di fiducia, la
XLVI GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI,
che quest’anno sarà animata dalle Diocesi del Piemonte e Valle D’aosta e l’appuntamento sarà per sabato e domenica (2-3 Maggio) al Santuario di Vicoforte.

SO IN CHI.JPG

LUNEDI 27 APRILE

PREG.DONO.JPG

Venerati Fratelli nell’Episcopato e nel Sacerdozio,
cari fratelli e sorelle!

-In occasione della prossima Giornata Mondiale di preghiera per le vocazioni al sacerdozio ed alla vita consacrata, che sarà celebrata il 3 maggio 2009, Quarta Domenica di Pasqua, mi è gradito invitare l’intero Popolo di Dio a riflettere sul tema: La fiducia nell’iniziativa di Dio e la risposta umana. Risuona perenne nella Chiesa l’esortazione di Gesù ai suoi discepoli: “Pregate dunque il Signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!” (Mt 9,38). PREGATE! Il pressante appello del Signore sottolinea come la preghiera per le vocazioni debba essere ininterrotta e fiduciosa. Solamente se animata dalla preghiera infatti, la comunità cristiana può effettivamente “avere maggiore fede e speranza nella iniziativa divina” (Esort. ap. postsinodale Sacramentum caritatis, 26).
La vocazione al sacerdozio e alla vita consacrata costituisce uno speciale DONO DIVINO, che si inserisce nel vasto progetto d’amore e di salvezza che Iddio ha su ogni uomo e per 1’intera umanità. L’apostolo Paolo, che ricordiamo in modo speciale durante quest’Anno Paolino nel bimillenario della sua nascita, scrivendo agli Efesini afferma: “Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli in Cristo, in lui ci ha scelti prima della creazione del mondo, per essere santi e immacolati di fronte a lui nella carità” (Ef 1,3-4). Nell’universale chiamata alla santità risalta la peculiare iniziativa di Dio, con cui sceglie alcuni perché seguano più da vicino il suo Figlio Gesù Cristo, e di lui siano ministri e testimoni privilegiati. Il divino Maestro chiamò personalmente gli Apostoli “perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demoni” (Mc 3,14-15); essi, a loro volta, si sono associati altri discepoli, fedeli collaboratori nel ministero missionario. E così, rispondendo alla chiamata del Signore e docili all’azione dello Spirito Santo, schiere innumerevoli di presbiteri e di persone consacrate, nel corso dei secoli, si sono poste nella Chiesa a totale servizio del Vangelo.

GUARDA-ASCOLTA-PREGA e LODA DIO:PREGH.T.Bello-Ang.Cust. CAMPAGNI DI VOLO.ppt

“O Gesù Pastore,
eterno delle anime nostre,
manda buoni operai alla tua messe”.( Beato Alberione )

SO IN CHI HO MESSO LA MIA SPERANZAultima modifica: 2009-04-27T13:44:00+02:00da caterinafsp
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento