” CRONACA di SPERANZA”

Da qualche giorno conservo in cuore il desiderio di raccontare alcune esperienze dirette, vissute in libreria, che  aiutano ad avere uno sguardo fiducioso  su noi stessi e su quanto ci circonda.

Chiamerei questi fatti

 

Sono tante le occasioni  che rafforzano  in me la certezza che il bene c’è ed è vivo ed operante in mezzo a noi, basta saperlo vedere e ascoltare. Non sempre ci è facile perché la frenesia  non ci da tempo per assaporare  quanto di bello ci circonda..slide0007_image074.jpg

* Ho conosciuto due sorelle, Elena sposa e madre di due ragazzi, Francesca giovane sposa. Tutte e due cristiane praticanti, Messa alla domenica rispettose dei valori cristiani ecc. Da un anno, anche con i loro mariti e figli, hanno intrapreso un cammino serio di fede , una fede non solo da vivere per se stesse ma da testimoniare con semplicità nel loro ambito familiare e di lavoro. Una fede messa anche alla prova, tanto da essere viste come persone strane persino dai propri familiari. Una fede che cercano di esprimere concretamente in alcuni servizi parrocchiali. Elena ,infatti, se pur titubante, avendo del tempo libero, si è offerta per la catechesi dei ragazzi. Posso dire che la gioia di quei due volti era contagiosa…GIOV.1.jpg

 

* Sempre in libreria ho incontrato e parlato con adolescenti e giovani meravigliosi, desiderosi di impegnare la loro vita e testimoniare la loro fede. Chiara, Annamaria, Sergio, Francesca( e altri nomi che non ricordo) felici di aver dedicato il tempo delle loro vacanze in terra  di missione. “E’ stata una esperienza che ha segnato la mia vita , non potendo rimanere là cerco di impegnarmi nel bene  qui facendomi attenta e premurosa nelle necessità della mia parrocchia”, questa è una delle espressioni che ho colto da loro.Immagine.JPG

* L’altro giorno un’altra Chiara, accompagnata dalla mamma, è venuta a cercare dei libri che la aiutassero ad approfondire la sua fede perché aveva deciso di aiutare nella catechesi dei ragazzi in parrocchia. Già la scelta  dell’indirizzo scolastico fa ben sperare in un domani più umano e cristiano “scienze umanistiche”, desiderosa di prepararsi per essere di sostegno ai più “poveri” .bamb30.JPG

* Che bello vedere i bambini accompagnati dai genitori o dai nonni che ti chiedono: “Hai la storia di Gesù?” o la storia di “Barba papà”…

 Tutte queste persone e tante altre  non vogliono da noi la conoscenza di tutto ciò che viene prodotto ma desiderano essere ascoltate  e orientate nella scelta dei libri, degli audiovisivi e anche delle semplici immagini con messaggi che diano un colore e un sapore alla vita per se e per gli altri.

Quanti di questi incontri potrei parlati.

Non sono questi “FATTI di CRONACA di  SPERANZA”?

 

Che bello incontrare persone felici di appartenere a Dio, persone che nel loro ambiente familiare e di lavoro non si vergognano di testimoniare la loro fede.

Anche a me e a te è chiestouno stile di vita capace di incrementare i fatti di

 “CRONACA di SPERANZA”.

Sono certa che di questi testimoni della fede ce ne sono moltissimi anche accanto a noi, sta a noi scoprirli….

 

 

” CRONACA di SPERANZA”ultima modifica: 2010-09-13T13:52:54+02:00da caterinafsp
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento