“…BENEDETTO COLUI CHE VIENE NEL NOME DEL SIGNORE”… vangelo

Immagine

LA domenica delle Palme e della Passione del Signore ci introduce nei giorni in cui i patimenti di Cristo raggiungono il loro culmine. Partecipiamo con fede agli ultimi eventi della sua vita terrena, che mettono in evidenza il suo sconfinato amore per noi. Il profeta Isaia (I Lettura), attraverso il canto del Servo sofferente, ci permette di condividere i sentimenti di Cristo che affronta la sua passione: sofferenze, solitudine e angoscia. Ma anche coraggio, fiducia e certezza nel trionfo finale. Il discepolo, sull’esempio del Maestro, ripercorre oggi la via della croce. L’inno alla gloria di Cristo, che l’apostolo Paolo inserisce nella sua Lettera ai Filippesi (II Lettura), è una delle prime testimonianze della fede della Chiesa nel Signore morto e risorto. Presenta in sintesi l’umiliazione estrema e l’esaltazione trionfale del Redentore, risposta del Padre al consenso dato da Gesù al suo disegno di amore. Il racconto della Passione (Vangelo) parla da sé. Dobbiamo semplicemente ascoltarlo. Si tratta di un messaggio universale che spiega il dramma della passione: amore verso il Padre e amore verso gli uomini per i quali Gesù affronta terribili sofferenze.

Gesù Cristo entra in Gerusalemme. È il momento del trionfo, ma anche dell’inizio della sua passione e morte

http://youtu.be/MQavj2DNYI0

Prega con il Vangelo – O Gesù, unico nostro Redentore, concedi a noi la grazia

O Gesù, unico nostro Redentore, concedi a noi la grazia di corrispondere al tuo immenso amore e fa’ che meditando la tua Passione e la tua morte in croce, anche noi, con l’aiuto del tuo Santo Spirito, abbiamo la forza di accettare serenamente le sofferenze fisiche e morali, per cooperare con te e con la Vergine addolorata, alla Redenzione dei nostri fratelli, specialmente di coloro che sono più bisognosi della misericordia del Padre.

 

 

“…BENEDETTO COLUI CHE VIENE NEL NOME DEL SIGNORE”… vangeloultima modifica: 2014-04-13T09:47:33+02:00da caterinafsp
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento